Bando Nuova Sabatini 2019 (beni strumentali), dal 7 febbraio le domande. Stampa

Dal 7 febbraio u.s. le piccole e medie aziende, anche agricole e della pesca, possono presentare domande per gli incentivi previsti dalla “Nuova Sabatini” rifinanziata con 480 milioni dalla Legge di Bilancio 2019. Una parte di tale importo sarà destinato ad accogliere le prenotazioni pervenute nel mese di dicembre 2018 e non soddisfatte per insufficienza delle risorse disponibili. L’agevolazione prevede un contributo sotto forma di finanziamento bancario o in leasing finanziario (durata massima del finanziamento di 5 anni e importo compreso, per ciascuna impresa beneficiaria, tra 20 mila € e 2 milioni di €). È concesso un contributo pari al valore degli interessi calcolati al tasso d’interesse annuo del: 2,75 % per gli investimenti ordinari o 3,575 % per gli investimenti in tecnologie digitali (possibilità di maggiorazione del 30%). È inoltre possibile beneficiare di tutti gli interventi di garanzia, pubblici e privati, eventualmente disponibili che siano compatibili con le disposizioni del relativo contratto di Finanziamento (Es. garanzie ISMEA, fondi regionali di garanzia, Confidi, etc.), nei limiti dell’intensità di aiuto massima concedibile.
La misura intende sostenere gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing impianti, macchinari,
attrezzature industriali e commerciali, software e tecnologie digitali. Sono esclusi terreni e fabbricati.